Elettroradiogramma

Elettroradiogramma

Acrobazie emotive di un cuore senza età

Elettroradiogramma è la storia di un cuore pieno di ricordi e sentimenti, di forza e di passione… rinchiuso nel petto di un anziano e solitario signore.
Il signor Giacometti è un vecchietto come tanti; vedovo, arzillo , simpatico, gode di buona salute nonostante gli inevitabili acciacchi dovuti ai suoi 80 anni. La sua esistenza è ormai scandita dai rintocchi delle abitudini quotidiane: la passeggiata, le medicine a orario, il riposino, il telegiornale… finché qualcosa di strano accade … il meccanismo si inceppa e un cortocircuito scombussola la sua tranquilla esistenza.
Sulle note delle più belle canzoni della musica leggera italiana, si srotola all’indietro il tappeto della sua vita e Giacometti rivive in una serie di rimandi, balzi temporali e collegamenti onirici, non solo la sua storia, ma la storia di tutti noi e delle nostre famiglie, dal dopoguerra fino ad oggi.
Un viaggio che è al contempo musicale, mimico e narrativo, sostenuto da una drammaturgia puntuale in cui le azioni si fondono con i testi delle canzoni dando vita a nuovi significati e declinazioni inaspettate.
Una scena scarna ed essenziale accoglie virtuosismi acrobatici e frizzanti colpi di scena , è il fondale su cui, proprio come in un tracciato cardiaco , si alternano momenti buffi e clowneschi a picchi poetici e lirici.

Regia: Valentina Salerno
Con: Alessandro De Luca
Pupazzi: Diana Biscaioli

Tecniche utilizzate: Palo cinese, giocoleria, pupazzi, mimo.
Lo spettacolo è senza parole, adatto a qualsiasi tipo di pubblico senza
limite di età e numero.
Può essere allestito all’aperto oppure in teatro.